E poi?

Ero su una di quelle panchine di cemento, davanti al teatro e parlavo con la Chiara, o meglio nessuna delle due stava parlando. Le commesse avevano da poco chiuso i negozi ed erano già sparite, qualche impiegato di banca camminava con la testa piegata sul cellulare. Quando le dico “Ma…

Continue reading

Tienila tu la felicità

Sarebbe bello no, andare in biglietteria e poter prendere un ticket di sola andata per la felicità? No. Non lo sarebbe per me.  Non ho mai creduto al vissero felici e contenti, non credo a quegli scenari da film fatti di colazioni quando il sole è già alto e la…

Continue reading

Senti, menti.

Ho mentito anche io a volte. Credo che la menzogna abbia fatto più male a me che alla persona a cui era rivolta, e sono convinta che prima di mentire ad altri, io abbia mentito a me stessa. Ed è questo che mi fa male. Ci sono state volte in…

Continue reading

Lasagne e rose

La scelta di dove mettere le proprie radici è sempre un po’ complicata. A volte lo si sceglie per amore, altre per lavoro, qualche volta non lo si sceglie affatto. Quest’anno ho scelto io. Verso la metà dell’estate ho capito che non era “casa” il luogo in cui abitavo, non…

Continue reading

Welcome to the… Tinder!

i Guns cantavano: “Welcome to the jungle, we got fun and games We got everything you want, honey we know the names We are the people that can find, whatever you may need If you got the money honey, we got your disease” Ecco, quando apro Tinder canticchio questa canzone.…

Continue reading

Colazione da Tiffany

Così certi capitoli d’amore si aprono e non si chiudono mai, altri sono destinati a vivere il tempo di una stella cadente, altri invece durano il tempo di capire che tolgono e non danno niente. C’è una cosa che però so fare bene, chiudere il libro, metterlo sullo scaffale nella…

Continue reading

Prime ed ultime

Ci sono prime volte, ultime volte e nuove prime volte. Abbiamo abitudini che nemmeno sappiamo lo siano diventate. Dopo tanti anni in una azienda la routine è alle 09:05 il caffè, la mail di controllo gestione il venerdì. E lo sai, e lo fai e nemmeno te ne accorgi. Ed…

Continue reading

Caldarroste e portici

E poi arriva l’autunno. Quello vero, quello che al mattino ti stringi stretta in un maglione e nel pomeriggio vorresti mollare tutto e sederti su una panchina soleggiata al parco con un libro in mano. Quello che alle 18, se sei in auto, sei accecato dal sole a mezza altezza.…

Continue reading